A Scuola al Cinema

Locandina
  • PROPOSTE DI PRIMA VISIONE

     

    SCUOLA DELL'INFANZIA

    Dopo il grande successo delle avventure del GruffalòLa strega Rossella e Bastoncino arrivano due nuovi capolavori animati prodotti dalla Magic Light Pictures e tratti come i precedenti dagli amatissimi libri per l’infanzia scritti da Julia Donaldson e illustrati da Axel Scheffler. Protagonisti questa volta un topo particolarmente dispettoso, un appassionato draghetto e i loro magici amici.

    Assolutamente per tutti, grandi e piccini, dai 3 anni in su.  

     

     

    "ZOG"

    di Max Lang e Daniel Snaddon (27 minuti, versione doppiata in italiano)
    Zog è il drago più perspicace della Dragon School, ma anche il più incline a cacciarsi nei guai. Fortunatamente, una fanciulla misteriosa è sempre pronta a medicare i suoi lividi. La giovane ragazza dovrà aiutare Zog a superare la dura prova che lo attende: catturare una principessa e vincere l'agognata stella d'oro.



    "IL TOPO BRIGANTE"
    di Jeroen Jaspaert (25 minuti, versione doppiata in italiano)
    La vita non è semplice per gli altri animali a causa di un avido topo che attraversa in lungo e in largo il bosco rubando tutto il loro cibo. Ghiotto di panini, biscotti e ogni cosa dolce, il roditore non si ferma davanti a nulla pur di saziare la sua fame. Il brigante avrà finalmente la sua meritata punizione, grazie all'intervento di un'anatra molto furba.

     

     

    SCUOLA PRIMARIA

     

     

    Genere: Animazione

    Regia: Lorenzo Mattotti

    Durata: 82 minuti

     

    Nel tentativo di ritrovare il figlio da tempo perduto e di sopravvivere ai rigori di un terribile inverno, Leonzio, il Grande Re degli orsi, decide di condurre il suo popolo dalle montagne fino alla pianura, dove vivono gli uomini. Grazie al suo esercito e all'aiuto di un mago, riuscirà a sconfiggere il malvagio Granduca e a trovare finalmente il figlio Tonio. Ben presto, però, Re Leonzio si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.

     

    Esordio nel lungometraggio del più grande illustratore italiano, Lorenzo Mattotti, che riprende l’omonima fiaba di Buzzati del 1945. Cogliendone gli aspetti d’attualità, dal rispetto per l’ambiente all’importanza del vivere civile, l’artista fa esplodere il suo immaginario creativo, erede della tradizione figurativa italiana ma anche della lezione di montaggio di Ėjzenštejn, realizzando un raffinato gioiello dell’animazione contemporanea.

     

     

     

     

    Ailo – Un’avventura tra i ghiacci del regista Guillaume Maidatchevsky racconta l’incredibile viaggio di un piccolo cucciolo di renna tra le meraviglie della Lapponia. Un percorso alla scoperta di strepitosi paesaggi immersi in una natura incontaminata e primitiva in cui vivono animali stupendi. Una storia narrata da immagini uniche – raccolte in sedici mesi durante le quattro stagioni – che mostrano la crescita di Ailo, la piccola renna che imparerà ad affrontare con coraggio i pericoli della natura e a superare straordinarie sfide alla scoperta di un mondo bellissimo.

     

     

     

    ISTITUTI SECONDARI di I° e di II° grado

     

     

     

    #ANNEFRANK. VITE PARALLELE

    In un momento in cui l'antisemitismo e il razzismo sono temi di assoluta attualità, è più importante che mai parlarne a scuola assieme ai ragazzi. Le persone che rappresentano testimonianze dirette della Shoah e dei suoi orrori sono ormai poche e anziane. Non si può rischiare che, con la loro scomparsa, svanisca anche il ricordo di ciò che è stato, lasciando aperta la possibilità che la storia si ripeta. Per questo arriva al cinema il film documentario #ANNEFRANK. VITE PARALLELE che ripercorre con l’attrice Premio Oscar® Helen Mirren le pagine del diario di Anne Frank, la sua storia e quella di 5 donne che, da bambine e adolescenti, sono state deportate nei campi di concentramento ma sono sopravvissute alla Shoah. Se anche Anne ce l'avesse fatta, ora avrebbe 90 anni. Uno in più di Liliana Segre.

    L’obiettivo del film è allora quello di sensibilizzare giovani e giovanissimi sulla realtà dell'Olocausto e, parallelamente, sulle diverse forme di discriminazione che oggi sono più vive che mai.

    Ma #ANNEFRANK. VITE PARALLELE, ripercorrendo con la giovane attrice Martina Gatti i luoghi di Anne e delle superstiti della Shoah, ci aiuta anche a capire il web, a usare i social con giudizio e a esprimere opinioni sensate, riconoscendo ed evitando il bullismo in tutte le sue forme.

    Il costo del biglietto è di 5 euro a studente.

     

     

     

     

     

    Genere: Commedia

    Regia: Stefano Cipiani

    Durata: 102 minuti

     

    Per il piccolo Jack la famiglia è croce e delizia: delizia perché è composta da due genitori spiritosi e democratici, croce perché le sorelle lo tiranneggiano, asserendo la loro "superiorità femminile". Dunque la notizia dell'arrivo di un fratellino è accolta da Jack come un trionfo personale, tantopiù che quel fratellino, Giò, si rivela davvero speciale, cioè dotato del superpotere di "dar vita alle cose". Ma Giò è anche affetto dalla sindrome di Down: e quando Jack raggiunge la (di per sé problematica) età di 14 anni il fratellino diventa una presenza ingombrante nonché, per dirla tutta, potenzialmente imbarazzante.

     

    A raccontare la storia da un punto di vista totalmente soggettivo è la voce di Jack, Mio fratello rincorre i dinosauri è un racconto di formazione adolescenziale incentrato sul disagio e la vergogna che ogni teenager prova nei confronti della propria esistenza, a maggior ragione se "ostacolata" dalla diversità.

     

     

     

     

    Genere: Documentario

    Regia: Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier ed Edward Burtynsky

    Durata: 87 minuti

     

    Un viaggio in sei continenti, narrato dalla voce di Alicia Vikander, per accostare i diversi modi nei quali l'uomo sta sfruttando le risorse terrestri e modificando la Terra come mai prima, più di quanto facciano i fenomeni naturali. La tesi dell'Anthropocene Working Group, che ha avviato i suoi studi nel 2009, è che gli ultimi 10.000 anni costituiscano un'era geologica vera e propria. Un film con una tesi non nuova: ovvero che l'umanità sta sfruttando, più del dovuto, il pianeta, compromettendone lo stato e con conseguenze potenzialmente ancora più gravi, ma sviluppata in maniera organica e complessa con immagini spettacolari, che siano aeree o subacquee, dal forte impatto visivo e suono che sottolinea ed enfatizza. L'uomo ha superato i limiti e questo assunto esce da ogni immagine filmata in 43 luoghi di 20 diversi Paesi.

     

    Per quattro anni i registi hanno viaggiato per il mondo, attraversando sei continenti e 20 Paesi, per immortalare la maestosità ferita di una natura drasticamente deturpata dall’azione umana. Immagini di una nuova epoca geologica: quella che gli studiosi chiamano Antropocene, l’epoca umana (dal greco ánthrōpos “uomo”).

     

     

     

    Regia: Gianni Troilo

    Genere: Documentario

    Durata: 90 minuti

    TRAILER

    Presentato in anteprima al 37° Torino Film Festival – Sezione Festa Mobile e in arrivo nelle sale italiane dal 25 novembreFRIDA. VIVA LA VIDA è un film documentario prodotto da Ballandi Arts e Nexo Digital in collaborazione con Sky Arte che mette in luce le due anime di Frida Kahlo (1907-1954): da una parte l’icona, simbolo del femminismo contemporaneo, dall’altra l’artista libera nonostante le costrizioni di un corpo martoriato. Colpita dalla poliomielite a sei anni e vittima di un incidente stradale che la lascerà invalida a diciotto, Frida convisse sempre con dolori atroci che la perseguitarono fino alla morte. Ciononostante, grazie alla sua pittura ma anche ai suoi scritti, al suo modo di vestire, al suo stile inconfondibile, nel corso degli anni la Kahlo è diventata un modello di riferimento capace di influenzare artisti, musicisti, stilisti. La sua importanza ha superato perfino la sua grandezza grazie all’intensità e la determinazione con cui ha affrontato una vita segnata dalla sofferenza. Il dolore, pur essendo materia essenziale del suo lavoro, non basta infatti a spiegare le ragioni di un’affermazione tanto estesa e unanime: nelle opere di Frida c’è un legame perenne anche con la forza interiore e l’amore, con l’energia vitale della sua terra e dei suoi colori.

     

     

     

     

     

    Genere: Drammatico, storico

    Regia: Roman Polansky

    Durata: 126 minuti

    Tematica: film storico, memoria, potere, ingiustizie

    TRAILER

    Gennaio del 1895, pochi mesi prima che i fratelli Lumière diano vita a quello che convenzionalmente chiamiamo Cinema, nel cortile dell'École Militaire di Parigi, Georges Picquart, un ufficiale dell'esercito francese, presenzia alla pubblica condanna e all'umiliante degradazione inflitta ad Alfred Dreyfus, un capitano ebreo, accusato di essere stato un informatore dei nemici tedeschi. Al disonore segue l'esilio e la sentenza condanna il traditore ad essere confinato sull'isola del Diavolo, nella Guyana francese. Il caso sembra archiviato. Picquart guadagna la promozione a capo della Sezione di statistica, la stessa unità del controspionaggio militare che aveva montato le accuse contro Dreyfus. Ed è allora che si accorge che il passaggio di informazioni al nemico non si è ancora arrestato. Da uomo d'onore quale è si pone la giusta domanda: Dreyfus è davvero colpevole?  

     

     

     

    CINEMA SARDEGNA

     

    L'immagine dell'isola attraverso il cinema

    Sonetàula di Salvatore Mereu - 2008

    La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu – 2016

    Nel mondo grande e terribile di Daniele Maggioni – 2017

    Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius - 2018

    Il flauto magico di Piazza Vittorio di Gianfranco Cabiddu - 2019

    L'uomo che comprò la luna di Paolo Zucca - 2019

     

     

    PROGETTI

     

              

     

       

     

    Al Cinema con i maestri a cura di Anteo e Lumière & Co.,  il bando “Cinema per la Scuola - Buone Pratiche, Rassegne e Festival” nell’ambito del “Piano Nazionale del Cinema per la Scuola” promosso dal MIUR e dal MIBACT.

    Il progetto, rivolto agli studenti, prevede la proiezione di una selezione dei film italiani più significativi dell'ultima stagione alla presenza dei registi che in quell'occasione raccontano al giovane pubblico delle scuole il proprio film, nel formato di una Lezione di Cinema, guidati dal critico cinematografico e rettore dell'Università IULM Gianni Canova


    Al cinema con i maestri vede la collaborazione dei registi e dei distributori, nella condivisione del valore dell’educazione all’immagine volta alla creazione di nuovi e giovani pubblici, e intende coinvolgervi all’interno di una rete di contatti sviluppata negli anni dall’Ufficio scuole da me gestito presso l’Anteo Palazzo del Cinema.

    L'incontro con il regista si terrà ad 
    Anteo Palazzo del Cinema a Milano, sarà trasmesso in diretta attraverso parabola satellitare e voi potrete assistere all’evento e alla proiezione del film presso il Cinema Cityplex Moderno di Sassari.

    La lezione di cinema e la proiezione del film verranno trasmessi contemporaneamente in 30 cinema italiani, in modo da coinvolgere gli studenti di tutta Italia.   

    Il progetto si sviluppa da ottobre a dicembre 2019, prevedendo tre incontri con i registi e a seguire la proiezione del film, rivolti a studenti di Istituti scolastici secondari di I e II grado. 

    Il primo appuntamento del progetto coinvolgerà il regista Claudio Giovannesi, con la proiezione de La paranza dei bambini con sottotitoli in italiano ed è programmato per la mattinata di venerdì 18 ottobre 2019 dalle ore 9 alle ore 13 (convocazione delle classi per le ore 9 e un inizio delle diretta per le ore 9.30 della durata di un’ora circa e a seguire la proiezione del film).


    Gli altri due incontri, coinvolgeranno Marco Bellocchio, venerdì 22 novembre, con il suo film Il traditore e Gabriele Salvatores con il suo film Tutto il mio folle amore, giovedì 12 dicembre.


    Proiezioni e incontri sono ad ingresso gratuito, come da disposizione inderogabile del bando ministeriale.


     

    MODALITA' DI PARTECIPAZIONE.

    Per partecipare richiedere il modulo di conferma e prenotazione al seguente indirizzo: [email protected] oppure telefonare al 079/9140004 – 3914547760.

     

     

     

     

     

     

     

     

     

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.